Un giudizio sul sistema operativo iOS7.

Il 18 Settembre è stata presentata la nuova versione del sistema operativo iOS Apple. Come altri utenti di dispositivi Apple, anch’io non vedevo l’ora di scaricare il nuovo sistema e installarlo nel mio iPod Touch. Ora sono 5 giorni che ho il nuovo sistema e vorrei illustrare le sue tanti luci e le sue pochissime ombre.

Il nuovo sistema operativo iOS7 è stato lanciato in concomitanza con i nuovi iPhone e l’attesa per la sua uscita era seconda per clamore solo a quela per l’uscita del nuovo “melafonino”. GIà dalle anteprime si vedeva come il nuovo sistema fosse un grande passo avanti nell’usabilità e nella qualità grafica rispetto alle versioni precedenti. Io ho scaricato la mia copia il 19 Settembre (impossibile farlo proprio il 18: i server Apple erano carichi di traffico e i tempi di attesa erano diventati biblici: addirittura al primo tentativo iTunes mi aveva proposto una attesa di… 35 ore!!) e quindi sono cinque giorni che mi sto godendo il nuovo sistema della casa di Cupertino. È giusto dire “godere” dato che come vedremo il nuovo sistema introduce varie novità interessanti. Il dispositivo usato è un’iPod Touch 5a generazone da 16GB.

La nuova schermata Home

In prima impressione, l’interfaccia del nuovo sistema è molto carina e vivace, e segue uno stile grafico oggi molto seguito: usare delle icone stilizzate e dal design semplice con forme geometriche di base. Vedremo questo soprattutto nei pannelli notifiche. Nella parte superiore, le informazioni di ora, forza del segnale e durata della batteria sono riportate direttamente sullo schermo, invece che in una barretta distinta. I caratteri usati possono esser bianchi o neri a seconda dei colori dell’immagine di sfondo. Se sono molto chiari, i caratteri saranno neri e viceversa. Tuttavia, con alcune immagini possono esserci dei problemi di “comprensione”: se una immagine ha ad esempiuo la parte superiore molto chiara e quella inferiore molto scura (potrebbe esser il caso di un paesaggio preso controluce), allora i caratteri saranno bianchi, redendo difficoltosa la lettura delle informazioni proposte.

Eempio di schermata annidata

Nella schermata è ancora possibile annidare le icone in gruppi, come ad esempio il gruppo Utility. Quando si premono le icone di questi gruppi, il loro contenuto è mostrato in una schermata piu’ ampia di quella usata nelle vecchie versioni dle sistema.

Una delle particolarità della nuova schermata home è un effetto parallasse per cui lo sfondo sembra muoversi leggermente dietro le icone quando il dispositio viene inclinato in qualche modo. Da segnalare poi la presenza di sfondi “dinamici” che cambiano lievemente aspetto col passare del tempo. Si tratta in genere di piccole “bolle” colorate. che galleggiano sullo sfondo. Un effetto forse non molto apprezzabile se lo schermo e’ pieno di icone, ma comunque valido.

Schermata delle notifiche Schermata di accesso rapido

iOS7 è dotato ora di due schermate di notifica che si possono aprire scorrendo giù le dita dalla parte alta dello schermo o scorrendole sù dalla parte bassa. Nel primo caso tiriamo giu una schermata con le notifiche fornite dalle app o dal sistema operativo (es: richieste di amiciaize di Facebook, Foursquare, ecc.). La schermata è  divisa in tre parti: Oggi, Tutte e Perse; accessibili dai tre pulsanti in alto, queste tre aree ci mostrano le notifiche ricevute oggi, quelle ricevute in totale da quando abbiamo installato il sistema (o da quando le abbiamo resettate l’ultima volta) e quelle “perse” perche’ non sono state aperte da questa schermata quando le aveva segnalate (schermata che peraltro avrebbe piu senso in un iPhone, per registrare le chiamate telefoniche perse). Inoltre, la schermata Oggi ci mostra anche dati ricavati dal nostro Calendario e dalle notizie di Borsa. La schermata inferiore contiene invece delle funzionalita’ rapide: luminosita’ display, controlli della musica, attivazione AirDrop, gestione della connettività (modailità aereo, wifi, Bluetooth, Modalità non disturbare e blocco rotazione schermo). Sono poi presenti collegament veloci alle applicaizoni orologi, calcoltrice e macchina fotografica.

Schermata principale macchina fotografica I filtri della macchina fotografica La fotocamera in modalità 1:1

Circa la macchina fotografica, presenta alcue novità: anzitutto le immagini ricavate dalle fotocamere del dispositivo sono di otima qualità, ma la funzione forse piu interessante è la possibilità di applicare filtri alle foto scattate. Sono disponibili 9 filtri da applicare alle foto scattate, invocabili con l’apposito comando in basso a destra. Questa funzione sarà molto apprezzata di questi tempi, grazie alla crescente importanza delle immagini nei social network, alcuni dei quali basati principalmente proprio sulle immagini (tipo Instagram). Sempre a favorle dei social network è la possibilità di scattare foto con aspect ratio di 1:1, in parole povere foto quadrate, anch’esse molto usate nei social network.

Voci dedicate agli account dei Social network

In effetti, il nuovo sistema è molto virato verso questi servizi online. Se abbiamo un account con Facebook, Twitter o altri siti supportati dall’iOS7, possiamo lasciare i nostri dati sul dispositivo, facilitando enormemente l’interazione con le app installate (ad esempio, Safari contiene dei comandi che permettono di condividere direttamente su Facebook o Twitter il sito che stiamo visitando).

La schermata MusicaSchermata di riproduzione

Schermata riassuntiva album

Esempio del nuovo Cover Flow

Passiamo ora all’applicazione Musica. Nella vista brani vediamo che a lato di ogni brano appare la copertina del disco a cui appartiene. Questa caratteristica ha chiaramente senso solo se la copertina del disco è stata specificata, ma  il vero problema è che le copertine occupano spazio e quindi possono tagliare i titoli più lunghi a destra. In compenso, è stata aggiunta la possibilita’ di eliminare dall’iPod i brani indesiderati, strisciando il dito verso sinistra per rilevare a destra il comando Elimina. Inoltre abbiamo la perfetta integrazione con iCloud, il che significa che i brani che abbiamo acquistato nell’iTunes Store ma non presenti nell’iPod possono essere scariati direttamente o ascoltati via streaming, attraverso il nostro account iTunes. È sempre presente la vista Copertina, accessiblie tenendo il dispositivo in orizzontale. Ma adesso si è preferito organizzare le copertine in una matrice che può avere dalle 2 alle 4 righe (per aumentare o diminuire questo numero, basta zoomare con due dita nel solito modo). Una disposizione molto più razionale del Cover Flow, sicuramente più scenografico ma meno pratico.

Il nuovo Task Manager di iOS7

Tutte le app che avevo installate sull’iPod funzionano senza problemi anche col nuovo sistema operativo, anche se non sono state aggiornate per supportarle. Il Task Manager ha subito una vera rivoluzione: precedentemente, per accedere alla lista delle app aperte bisognava premere due volte il tasto Home, rivelando in basso una barretta con le icone delle app, e per chiuderle bisognava tenere premute le icone finché non cominciavano a tremare e premere il segno meno nel loro angolo. Ora invece, dobbiamo sempre premere due volte il tasto Home, ma invece della barretta in basso il Task Manager occupa tutto lo schermo mostrandoci sia l’icona sia l’ultima schermata mostrata delle app, e soprattutto per chiudere le app dobbiamo trascinare le suddette schermate verso l’alto. Anche qui, e’ tutto molto piu intuitivo.

Schermata di bloccoSiriSiri... ha fatto la battuta!

Per quel che riguarda la schermata di blocco, anche in questa versione può avere uno sfondo a parte, e condivide con la schermata Home tutti i vari effetti grafici citati sopra, e pure le “confusioni” che puo’ avere il sistema nello scegliere il colore dei caratteri testuali se usiamo una immagine mezza scura e mazza chiara. Le due schermate di notifica e accesso rapido e la fotocamera sono ancora direttamente accessibili dalla schermata di blocco, ed eventuali notifiche dai social network o altre app sono comunque mostrate. L’innovazione maggiore e’ che per sbloccare il dispositivo basta sfiorare lo schermo da destra a sinistra come capita, invece di essere ristretti a un cursore in basso. Il risveglio del dispositivo premendo il tasto Hold o il tasto Home crea una dissolvenza in entrata. Questo rallenta un pò il controllo veloce delo schermo per vedere che ore sono o se abbiamo ricevuto delle notifiche. Sempre disponibile il servizio Siri basato sul riconoscimento vocale, con la quale si può anche scherzare ottenendo “perle di filosofia” come quella mostrata in figura…

In tutto questo, iOS7 ha mostrato qualche rallentamento e certe app, poche per fortuna, che di solito funzionano senza problemi sono andate in crash. Puo’ darsi che questo nuovo sistema sia piu’ sensibile al riempimento eccessivo della memoria interna. Ma con l’uso del Task manager per chiudere le app, il problema si risolve.

In definitiva, il nuovo iOS7 è un bel passo avanti rispetto alle altre versioni, e come in molti prodotti Apple, l’estetica è molto curata ma questo non ha limitato l’usabilità del prodotto, anzi in certi casi l’ha migliorata. Un prodotto promosso quindi a pieni voti, certi che le “sbavature” rimaste in giro verranno corrette con i prossimi aggiornamenti.

(Un’immagine proviene da http://ihackthatifone.com/ios-7-kills-yet-another-classic-ios-feature-coverflow-yes-folks-coverflow-gets-replaced-by-something-equally-cool-photos/ )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...